Gambero d’acqua dolce (astacus fluvialitis)

gambero(1)

Descrizione

Appartiene alla classe dei crostacei, il suo corpo è ricoperto da un robusto tegumento che nella parte anteriore termina con un rostro a forma triangolare schiacciato e piatto, mentre l’addome presenta un apice arrotondato a ventaglio. Raggiunge una lunghezza di 15/20 cm.. Possiede due grandi chele con le quali si procura il cibo e quattro paia di zampe per la deambulazione. Il colore del rivestimento crostaceo è tendente al bruno, raramente si presenta rosso. Rosse invece sono le zampe.

Dove Vive

Vive in acque pulite e ben ossigenate, prevalentemente lungo le rive dei laghi o dei torrenti.

Cosa Mangia

Ha caratteristiche onnivore ma preferisce larve d’insetti, molluschi, girini che cattura grazie alle sue chele. Esce però dalla tana, scavata nel fango, soltanto di notte procedendo con molta cautela essendo esso stesso preda di numerosi pesci fra i quali il persico e l’anguilla.

Riproduzione

Nel maschio il primo paio di zampe è trasformato in organo per la riproduzione. Raggiunge la maturità sessuale attorno alla lunghezza di 9/10 cm. ed il periodo della riproduzione si manifesta in tarda primavera.